Non c’è fungo che tenga

Fungaia

La nostra azienda è composta da 12 celle di coltivazione di Agaricus Bisporus(fungo champignon) di 500m quadrati ..La ditta ha una capacità potenziale di oltre 4.000 tonnellate di composto all’ anno e puo raggiungere una produzione annuale di 1500 tonnellate di funghi.
L’ Azienda è dotata di un impianto di energia a pannelli solari che ricopre la struttura pari a 200KW.

Coltivazione

La produzione commerciale dei funghi inizia da un prodotto altamente sviluppato che costituisce la parte vegetativa dei funghi e che svolge la stessa funzione che il seme ha nella crescita delle piante nel terreno.
Questo prodotto miscelato con ricche sostanze nutritive in un composto accuratamente condizionato, si diffonde e quindi si assicura il necessario nutrimento per il successivo sviluppo. La colonizzazione del composto è costituita da minuscoli filamenti denominati ” ife” che crescono in una struttura reticolare come una tela di ragno e chiamata micelio.
Una volta colonizzato dal micelio, il composto deve essere ricoperto da uno strato di terra di copertura che ha la funzione di mantenere la necessaria umidità. In presenza di idonee condizioni di nutrizione, umidità, temperatura e anidride carbonica, il micelio forma abbozzi di corpi fruttiferi che con adeguate irrorazioni di acqua si trasformano in funghi pronti per essere raccolti.

Raccolta

la raccolta è preceduta da un accurato controllo dello stato di maturazione, le dimensioni, le caratteristiche tattili e visive. il fungo viene, quindi, colto a mano eseguendo una manovra di rotazione a 360 gradi in senso orario con prelievo dal letto di coltivazione in modo che non resti attaccato al gambo troppo micelio affinche la torba rimanga nel composto salvagurdando la “pulitura” ed il candore del fungo.
In altri paesi ad es. dove la raccolta punta sulla quantità, la sgambatura avviene in forma meccanizzata e velocizzata a scapito della qualità.